BLOG

Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza

Kitesurf la sicurezza

Kitesurf la cultura mentale nei processi organizzativi

Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza è quell’insieme di processi organizzativi indirizzati a quello che stai facendo o succedendo in modo da poter pensare e percepire la manifestazione di un rischio.

Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza nel kitesurf
Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza nel kitesurf

Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza nel kitesurf, ma possiamo dire nella vita sportiva di una persona, dovrebbe essere considerata un generatore di valore per ognuno di noi. Questo è un articolo molto speciale che dovresti leggere con molta attenzione.

Il vero concetto di sicurezza nella vita e nello sport non si può risolvere o racchiudere solo nell’indossare questa o quella protezione. Non è assolutamente sufficiente indossare un casco in moto per essere immuni da gravi incidenti. Come non è sufficiente indossare casco, giubbino ecc..per essere protetti da infortuni alle volte anche tragici nel kitesurf.

Il controllo usa come moneta l’organizzazione e la sicurezza mentale per comprarsi la crescita.

Kitesurf la cultura della sicurezza e la comunicazione

Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza passa da una credibile comunicazione.
Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza passa da una credibile comunicazione

Ad esempio, attraverso il passaggio della comunicazione ed insegnamento dei contenuti, fino alla gestione dei comportamenti. Tutto questo è indispensabile per avvalorare e rendere più credibile l’insieme del settore sicurezze. Ma come si può diffondere e far capire il valore di questa cultura?

Innanzi tutto da chi si prende l’onere di parlare e diffondere questo messaggio. In seguito passare dal mero adempimento di cose scritte e liquidate in poche parole, ad un approccio più ampio e condiviso verso il vero significato comune a tutti i kiter o sportivi. Il kitesurf esige prima di tutto una vera cultura della sicurezza coerente e non di facciata. Non si può ne vedere e ne sentire pseudo formatori e di conseguenza istruttori parlare di sicurezze e poi fare esattamente il contrario. Chiaramente è importante tenere presente la progressione dell’allievo e contemporaneamente il benessere delle persone.

In primis bisogna smontare la credenza nell’associare che lavorare sulla sicurezza sia una noiosa perdita di tempo, continuando a dare precedenza a tutte quelle pratiche cosi dette più divertenti e soddisfacenti, come ad esempio voler far navigare a tutti i costi un allievo.

Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza come svilupparla?

Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza ha bisogno di schemi e sviluppo in un programma personale e dedicato
Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza ha bisogno di schemi e sviluppo in un programma personale e dedicato

È assolutamente necessario: 

-Agire sui comportamenti

-Smontare le cattive abitudini

-Stimolare la motivazione della sicurezza

Tutto questo va accompagnato attraverso:

-La formazione partecipata e periodica di ogni allievo indipendentemente dal suo livello prima di iniziare qualsiasi percorso. (TOTALMENTE INESISTENTE IN ITALIA)

-Il buon esempio dal punto di vista comportamentale, a partire dall’autorevolezza di chi ti guida. (TOTALMENTE INESISTENTE IN ITALIA)

-Una buona comunicazione formale ed informale ma coerente senza cadere nell’errore di predicare bene ma razzolare male. (TOTALMENTE INESISTENTE IN ITALIA)

(il web purtroppo è pieno di incoerenza anche da autorevoli marchi sigle o personaggi che si elevano a formatori)

È di fondamentale importanza e necessario che dagli addetti ai lavori ci sia una effettiva sensibilità alla tematica “sulla cultura della sicurezza”, con un lavoro di prevenzione e attenzione. Ci dovrebbe essere la reale volontà di favorire il benessere e il divertimento dei propri allievi. La mancanza di queste premesse genera incoerenza tra il contenuto dei messaggi espressi, e il comportamento effettivo dei suoi responsabili, incuranti del reale danno che possono creare nella prevenzione. Il peggior male del kitesurf deriva incredibilmente proprio dalla formazione che viene fatta.

Ovviamente l’incoerenza diventa la conferma, per i praticanti di kitesurf e non solo.

Se l’interesse di chi dovrebbe guidarti e tutelarti verso questo tema è basso, puntando su altri argomenti più attrattivi si innesca una sorta di alibi nei praticanti. Questo porterà te e tanti appassionati a preoccuparsi sempre meno della propria cultura sulla sicurezza, indirizzando il tuo comportamento verso soluzioni più comode e non certo più sicure. È necessario contrastare quelle convinzioni irrazionali che portano i kiters e le persone ad una percezione non corretta del rischio.

Bisognerebbe intervenire e lavorare dando più valore al fattore umano, favorendo una seria presa di coscienza di questi meccanismi. Succede sempre meno di fermarci e riflettere su cosa è più saggio fare. (o evitare di fare)

Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza la fragilità sulla percezione del rischio

Purtroppo non di rado finisci quasi sempre per adottare istintivamente comportamenti dettati dal desiderio di evitare un pericolo che però ottengono il risultato opposto. Questo succede perché tali decisioni poggiano su basi molto fragili o del tutto inesistenti. Si sa bene che bisognerebbe sforzarci per acquisire un’abitudine sana e sicura perdendone una assolutamente rischiosa. Ma non sempre sopratutto se non hai una effettiva conoscenza sulla cultura della sicurezza, si riesce a regolare la nostra vita sportiva in base a ciò che comunque alle volte la tua stessa vita ti detta.

Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza la percezione del rischio nei kiters è molto bassa e priva di fondamento
Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza la percezione del rischio nei kiters è molto bassa e priva di fondamento

In una certa misura anche se sai che fare una certa cosa potrebbe comportare dei seri rischi, la tua attenzione alla percezione del rischio è molto bassa. Quindi diventa un fenomeno inevitabile proseguire sulla strada sbagliata con risultati spesso anche tragici. Bisogna riconoscere senza alcun dubbio che la modalità istintiva ed emotiva di percepire il rischio fa parte della natura umana.

Purtroppo devi e dobbiamo farci i conti poiché fa parte del nostro sistema decisionale e va capito il prima possibile. La cultura sulla sicurezza è il cuore del tuo divertimento e della tua crescita.

Kitesurf e sicurezza la crescita mentale, conosci seriamente questo fondamentale processo base di ogni sport?

Artofkitesurf prova a entrare un po’ nello specifico anche se il programma è ben più lungo e complesso di quanto sembri ma di assoluta importanza. Quando impari ad andare in kitesurf dopo un po’ di tempo inizi a convincerti che la tua abilità ad esempio nel bolinare abbia raggiunto un livello acquisito.

Questo stato ti farà credere di essere padrone di ogni situazione. Di conseguenza quel tuo livello apparentemente conquistato inevitabilmente farà crescere il tuo ego, senza però aumentare la tua sicurezza mentale nel kitesurf perché incapace di capire e percepire un eventuale pericolo. Tutto questo avviene perché nel raggiungimento di quel livello, hai dato solo precedenza e importanza a questo aspetto di “soddisfazione”, tralasciando completamente la capacità della percezione di un eventuale pericolo senza dare nessuna valenza alle eventuali dovute reazioni e soluzioni.

La più devastante sicurezza mentale è l’illusione.

Kitesurf la cultura mentale va alimentata ogni giorno se vuoi crescere e migliorarti
Kitesurf la cultura mentale va alimentata ogni giorno se vuoi crescere e migliorarti

Questo succede perché anche quando dovessi avere un’informazione completa ed esauriente, le tue percezioni su qualsiasi cosa rimangono soggettive. A questo si aggiunge il fatto che solo raramente disponi di un’informazione chiara, esauriente e completa anche perché la maggior parte degli istruttori sono incapaci di argomentare tecnicamente ciò che ti dicono perché non esiste formazione ma solo vendita.

Di solito devi sperare di chiarirti le idee in una giungla di dati e nozioni in parte molto spesso scarse imprecise e contraddittorie. In questo sport è assai comune la sottostima di un rischio importante, e alla sovrastima di uno un po’ meno determinante perdendo di vista la tua sicurezza mentale nel kitesurf. Questo argomento è assolutamente vitale nello sport. Non dimenticarti che hai a che fare con eventi naturali come il mare e il vento che sono molto poco prevedibili., caso mai solo gestibili, se però possiedi una buona coscienza ed equilibrio mentale.

In sostanza è sempre l’informazione leale e professionale a garantirti la possibilità di fare le scelte più utili e giuste sia dal punto di vista razionale sia da quello emotivo nel campo della tua e altrui sicurezza. Ripeto che sta agli addetti ai lavori imparare a comunicarti nel modo giusto e in maniera comprensibile i concetti più idonei per far crescere in te una maggiore sicurezza nel kitesurf.

Kitesurf la cultura della sicurezza come si percepisce un rischio?

Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza non capirla vuol dire alimentare ciò che vedi in questa foto
Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza non capirla vuol dire alimentare ciò che vedi in questa foto

Possiamo dire che questi fattori sono molteplici ma possiamo cercare di valutarne i principali.

-KITESURF LA CULTURA MENTALE DELLA TUA SICUREZZA -PADRONANZA E CONTROLLO

Quando riesci mentalmente e fisicamente a partecipare ad un processo decisionale con scelte giuste e ben conosciute in una situazione di pericolo. Cosi facendo qualunque situazione diventa meno spaventosa e andrà ad aumentare la tua sicurezza mentale nel kitesurf.

-KITESURF LA CULTURA MENTALE DELLA SICUREZZA -LA LIBERTÀ E LA CONOSCENZA DI SCEGLIERE

Quando hai la libertà, conoscenza e possibilità di scegliere tra le varie soluzioni disponibili nell’affrontare un pericolo e poterlo gestire nel migliore dei modi puoi dire di possedere una buona cultura mentale della sicurezza.

-KITESURF LA CULTURA MENTALE DELLA TUA SICUREZZA -RISCHI NATURALI O INDOTTI DA ALTRI KITERS

I rischi naturali come il vento forte o il mare grosso in un certo senso ti spaventano e affascinano contemporaneamente, anche perché esiste un fattore oggettivo di controllo che è la scelta se affrontarli o no. Ciò che invece rischi di percepire diversamente e subire senza scelta sono quelli derivanti dalla vicinanza di altri kiters indipendentemente dalla valutazione reale dei rischi associati.

-KITESURF LA CULTURA MENTALE DELLA TUA SICUREZZA -IL TERRORE-

Le conseguenze di un rischio sono proporzionalmente maggiori più quel rischio stesso ti spaventa. Quindi è molto meglio capirlo affrontarlo ed esorcizzarlo piuttosto che pensare che intanto a me non potrà mai succedere.

-KITESURF LA CULTURA MENTALE DELLA TUA SICUREZZA -LA FIDUCIA

Più hai fiducia in una determinata persona, atteggiamento o comportamento meno avrai paura e viceversa. Ricordati che però la fiducia è una cosa molto importante per la tua sicurezza. Valuta bene le persone perché chi ti dice di metterti il casco o altro e poi lui stesso non è un esempio non credo possa diventare un tua sicuro punto di riferimento.

-KITESURF LA CULTURA DELLA TUA SICUREZZA -I BENEFICI DI RICONOSCERE UN RISCHIO

Maggiore è il beneficio che si percepisce essere associato a qualsiasi scelta dettata da un buon insegnamento meno si tende ad aver paura dei rischi associati a quella stessa scelta.

-KITESURF LA CULTURA DELLA TUA SICUREZZA -L’INCERTEZZA

Maggiore è l’incertezza decisionale sulla reale entità di un rischio, maggiore sarà il tuo timore e le sue conseguenze. L’incertezza nasce quando non hai soluzioni concrete e conosciute e quindi non riesci ne a comprendere ne a definire tale rischio mettendo a repentaglio la tua sicurezza mentale nel kitesurf.

-KITESURF LA CULTURA MENTALE DELLA TUA SICUREZZA -TE O GLI ALTRI

Qualsiasi rischio ti sembrerà più grande e quindi maggiormente pericoloso, solo quando riuscirai a pensare che potrebbe riguardarti da vicino. Questa consapevolezza ti porterà a voler capire e di conseguenza a crescere nel kitesurf. Non importa se quel incidente colpisce una persona su centomila se cominci a pensare che un domani potresti essere proprio te.

-CONSAPEVOLEZZA.

Più sei consapevole di un rischio più ne sarai cosciente. Più la tua preoccupazione aumenta maggiore sarà la consapevolezza di aver bisogno di conoscere per aumentare la tua sicurezza nel kitesurf con la conseguenza di un aumento della tua performance sportiva. Di questo importante argomento non basterebbero fiumi di parole per farlo capire concretamente ai praticanti di questo meraviglioso sport, e non solo.

Quello che posso vivamente consigliarti è di chiedere e informarti bene cosa significa rischio e crescita mentale nel kitesurf, perché “l’incidente” più o meno grave non guarda se hai il casco o il gubbino guarda se tu conosci il rischio di quello che stai facendo e se sai gestire e sopratutto prevenire il suo arrivo.

Il casco e il gubbino sono fondamentali per la tua sicurezza ma..

Kitesurf la cultura e la verità sulla tua crescita mentale che nessuno ti dice.

Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza nel kitesurf
Kitesurf la cultura mentale sulla sicurezza nel kitesurf

Pensa che c’è qualcuno che ha il coraggio e l’incoscienza per un proprio profitto personale di scriverci minacciando Artofkitesurf scrivendoci che il kitesurf in Italia è sicuro. Secondo te essere indipendenti vuol dire saper navigare?…. La risposta di Artofkitesurf è assolutamente “NO” ed ora te lo argomento.

Un kiter per noi è mentalmente sicuro cosciente e quindi indipendente solo quando:

1-Sa armare un kite e posizionarsi nella maniera più giusta e sicura per poterlo alzare.

2-Capire come è girato il vento sulla spiaggia e valutare i propri spostamenti e le proprie linee da tenere in acqua.

3-Riuscire sempre a far decollare il kite in ogni condizione di vento e mare ogni qualvolta si trovi in difficoltà.

4Saper risolvere le varie situazioni critiche che un kite può procurare.

5Saper usare i trim della vela (statico) e quella del depower (dinamico) e i loro logici rapporti.

6Rispettare il prossimo e usare la testa per non causare o provocare incidenti inutili anche quando pensi di essere nella ragione (meglio evitare e continuare a divertirti, che avere ragione in un letto d’ospedale)

7- Uso del casco e del giubbino usando la ragione e non perché te lo dicono degli ipocriti che si fanno vedere con il casco sulla testa quando fanno dei corsi istruttori e poi non lo usano nemmeno sotto tortura. (se vuoi fare il comandante non basta vestirsi da generale bisogna saperselo meritare sempre sopratutto nei comportamenti, altrimenti meglio restare un soldato semplice rimanendo più credibile e coerente)

Come vedi non ho messo “saper navigare”perché quello non è un elemento che ti rende indipendente . Puoi anche perdere acqua senza esser capace a risalire il vento, “MA” saperti fermare in spiaggia, toglierti la tavola, prenderla in mano, controllare il kite e risalire a piedi in sicurezza è molto più importante di una buona o meno buona bolina.”QUESTA E SOLO QUESTA VUOL DIRE INDIPENDENZA”

il kitesurf la cultura mentale della tua sicurezza.

Leggi anche: “La fortuna nel kitesurf non è un dispositivo di sicurezza”

Leggi anche: “I segreti dell’apprendimento e della formazione nel kitesurf”

Se vuoi saperne di più approfondendo questo o altro argomento siamo a tua completa disposizione. Ti basterà compilare il modulo qui sotto con i tuoi dati. Puoi iscriverti alla “NEWSLETTER” per poter ricevere ottimi spunti di riflessione e scaricare i preziosi ibook contenenti tutorial tecnici molto dettagliati per aiutarti a raggiungere i tuoi obbiettivi, oppure richiedere info sui corsi Personal, Schoolmaster RICONOSCIUTI DAL CONI RISPETTANDO GLI STANDARD NAZIONALI ALTA QUALITÀ (SNAQ 1) o le nostre sempre più richieste Call Coaching, tutto garantito dall’ENTE DI PROMOZIONE SPORTIVA RICONOSCIUTA DAL CONI LIBERTAS E ARTOFKITESURF.COM con una vera assicurazione di crescita a te dedicata. Verrai sicuramente contattato entro poche ore.

Torna su