BLOG

La barra nel kitesurf l’inconsapevolezza di un pericoloso uso

La barra nel kitesurf

La barra nel kitesurf

Barra nel kitesurf
Allievo Artofkitesurf quando scopri il reale uso della barra nel kitesurf.

La barra nel kitesurf dovrebbe essere usata per pilotare, controllare e gestire il tiro del kite con la consapevolezza di quanto è importante conoscerne l’esatto uso, per poter avere sempre tutto sotto controllo. Sai che il 90% dei praticanti di questo splendido sport sono costantemente in pericolo senza saperlo? Probabilmente anche te che stai leggendo questo nuovo articolo di Artofkitesurf sei in quello stato di non consapevolezza. Veramente in pochi usano la barra nel kitesurf per il reale motivo per cui è nata e sempre in pochi sanno (compreso tanti istruttori che insegnano) il vero valore della conoscenza di questo importantissimo strumento, e tutti i suoi perché. Per prima cosa bisogna capire e sapere perché la barra è stata inventata e modificata nel corso degli anni. Tutte le innovazioni gli studi fatti sono sempre stati pensati e mirati per darti un migliore controllo del kite, una migliore gestione per la tua sicurezza di navigazione.

La barra nel kitesurf e le e sue origini.

Barra nel kitesurf
Barra nel kitesurf a due cavi.

Il kitesurf come ben sai nei suoi inizi si faceva andando in mare con una barra a due cavi, un trapezio un aquilone e una tavola. Chi a quei tempi provava a praticarlo aveva un evidente grosso problema ed era quello che le uniche due linee che arrivavano alla barra avevano due funzioni. Una era quella di pilotare il kite l’altra quella di trasferire la forza di traino al rider, il quale era agganciato tramite una specie di chicken loop ad un trapezio. È chiaro che c’era un problema ed era quello dell’impossibilità di gestire la sua forza perché mancava di un depower. In parole povere la barra non aveva la possibilità di scaricare l’eccessivo carico dinamico della vela, quindi alcuni anni dopo aggiunsero altre due linee (le front) fissandole all’estremità del profilo dell’ala leading edge.

kitesurfing trim line
La barra nel kitesurf allievo artofkitesurf durante un esercizio visivo e tecnico dedicata all’uso delle front.

Lo scopo di questa innovazione era quello di vincolare la vela al rider sempre tramite il chicken loop, ma passando per il depower per mezzo proprio delle due front. Cosi facendo la barra era libera di pilotare il kite tramite le Back e di muoversi in verticale per gestire la forza dell’aquilone e le improvvise raffiche di vento. Ma c’era un altro importante problema da risolvere, sempre per la tua e nostra sicurezza.Quale?

La barra nel kitesurf e l’evoluzione del depower

La barra nel kitesurf
La barra nel kitesurf, un vecchio depower e il suo ridotta scarico di pressione.

All’inizio degli anni 2000 tutte le barre nel kitesurf erano a 4 cavi (in seguito arrivò anche la quinta linea) facilitando di fatto la sua pratica. Ma nonostante questo mancava ancora qualcosa per renderlo ancora più accessibile e sicuro. Si capii che quel depower che portò una grande novità gestionale non era sufficiente, era troppo corto limitando di fatto il range di utilizzo della vela e di conseguenza la sicurezza. Cosi iniziarono ad allungarlo anche in concomitanza con le prime uscite di ali con disegni diverse dai “C-kite.” Ora si, la barra nel kitesurf cominciava ad aver quelle caratteristiche funzionali e fondamentali volte ad un maggiore controllo e sicurezza.

Ora ti faccio una domanda.

Ma tu nel 2021 stai godendo e utilizzando nel modo giusto questa lunga ricerca ventennale fatta di studi, prove e fallimenti? Ora Artofkitesurf ti spiega perché oggi il 90% dei kiter quando esce in mare con un kite è totalmente inconsapevole dei rischi che sta correndo.

La barra nel kitesurf e la tua inconsapevolezza.

i segreti della bolina
La barra nel kitesurf oggi.

Il nostro intendo come sempre è quello (se vuoi) di farti solo ragionare e niente più. Tutte queste innovazioni sono state studiate e fatte per darti modo di praticare il kitesurf divertendoti con la massima sicurezza possibile. L’allungamento della cima del depower (insieme ad ali diverse) è stata una grande cosa. Prima quando eri sotto raffica avevi pochi centimetri per scaricare e di conseguenza era molto più pericoloso fare kitesurf. Ma allora detto tutto questo, e dopo tutto il lavoro fatto dai ricercatori e sperimentatori ecc..perché chi oggi pratica il kitesurf brucia 20 anni di ricerca? Vuoi sapere perché diciamo questo?

Sapere ti può far ragionare e renderti più sicuro.

La barra nel kitesurf
La barra nel kitesurf oltre 20 anni di ricerca buttati via in pochi istanti.

Quanto tu vai in mare con la barra alta, ovvero nell’ultimo terzo alto del depower stai vanificando 20 anni di ricerca dedicati alla tua sicurezza. Il depower di 30/40/50cm non è stato creato per farti navigare con la barra alta. Ma!!….solo per darti modo in caso di pericolo e vento forte di scaricare il troppo tiro dell’aquilone consegnandoti la possibilità di essere meno strattonato al trapezio, e di conseguenza essere in grado di gestire e direzionale meglio la tavola dove meglio credi e avere sempre il controllo della tua navigazione. Se quando esci in mare non riesci a tenere la barra nel primo terzo vicino al depower sappi che sei inconsapevolmente e fortemente in pericolo.

Leggi anche l’articolo in tre parti dedicato al trim e le sue regolazioni per navigare in sicurezza.

La barra nel kitesurf
A parte le innumerevoli follie di questa kiter. La barra nel kitesurf non va mai tenuta alta per navigare, ma solo per scaricare momentaneamente un’eventuale eccessivo aumento di pressione.

Il conoscere e sapere utilizzare il depower ti può salvare da brutti e spiacevoli incidenti anche molto gravi. È chiaro che questo è un discorso generale di base sull’uso della barra nel kitesurf, ma se non sai i fondamentali non puoi costruire proprio nulla. Poi ovviamente ci sono mille altre cose da sapere per una gestione sicura di un kite, però se non parti dall’A/B/C non vediamo proprio come puoi un domani crescere con l’assoluta e necessaria consapevolezza che questo sport ti impone prima e ti obbliga dopo.

Non buttare via 20 anni di ricerca tutti dedicati a te e alla tua sicurezza, per la sola presunzione di pensare di sapere.

Se vuoi saperne di più approfondendo questo o altro argomento siamo a tua completa disposizione. Ti basterà compilare il modulo qui sotto con i tuoi dati. Puoi iscriverti alla “NEWSLETTER” per poter ricevere ottimi spunti di riflessione e scaricare i preziosi ibook contenenti tutorial tecnici molto dettagliati per aiutarti a raggiungere i tuoi obbiettivi, oppure richiedere info sui corsi Personal, Schoolmaster RICONOSCIUTI DAL CONI RISPETTANDO GLI STANDARD NAZIONALI ALTA QUALITÀ (SNAQ 1) o le nostre sempre più richieste Call Coaching, tutto garantito dall’ENTE DI PROMOZIONE SPORTIVA RICONOSCIUTA DAL CONI LIBERTAS E ARTOFKITESURF.COM con una vera assicurazione di crescita a te dedicata. Verrai sicuramente contattato entro poche ore.

Torna su