BLOG

Il vento nel kitesurf e la sua vela – prima parte

Il vento nel kitesurf

Il vento nel kitesurf e il suo aquilone

il vento nel kitesurf e la sua vela
il vento nel kitesurf e la sua vela

Il vento nel kitesurf può essere di diverse intensità e direzioni. Ma analizziamo una situazione molto frequente di questo sport che accomuna tutti i kiters del mondo.

Con il vento nelle orecchie scendi eccitato dalla macchina per precipitarti in spiaggia a guardare le condizioni.

Ti accorgi velocemente che sarà una giornata epica perché ciò che vedi sembra proprio quello che tu cerchi.

Vento per praticare il kitesurf principalmente con twintip o surfino.

Ritorni di filata verso l’auto, apri il bagagliaio e a questo punto ti nasce sempre la solita domanda, “CHE VELA MONTO?”

Bene in questo nuovo articolo di Artofkitesurf.com parleremo del rapporto tra il vento e il tuo aquilone.

Possiamo dire che esistono alcuni fattori che devi conoscere per poter esser sicuro di fare la scelta giusta e poterti divertire in sicurezza.

Ora ti facciamo una domanda: “ma quanto vento è veramente necessario per praticare il kitesurf?”

Ti assicuriamo che la risposta non è cosi semplice come te la vogliono far passare, non basterebbe un libro per spiegarti tutti gli aspetti che incorrono in questo rapporto tra vento aquilone e discipline varie.

Ma vediamo di affrontare i principali aspetti twintip o surfino.

1 Cosa intendo fare nella mia uscita in mare? 2 Che tipo di aquiloni ho? 3 Che misure possiedo? 4 Il vento quanto è incostante? 5 quanto pesi? 6 Surfino o twintip? 7 Condizioni del mare? 8 Il mio reale livello di conoscenza ed esperienza?

In questa prima parte andremo ad esaminare i primi 4 punti.

Prima d’iniziare ti ricordo che la tua sicurezza e quella degli altri passa anche dall’indossare sempre casco e giubbino e agganciare il leash sul davanti del trapezio e non dietro.

Il vento nel kitesurf cosa intendo fare nella mia uscita in mare?

Il vento nel kitesurf in mare si esce con degli obbiettivi ben precisi perché il divertimento ha bisogno di crescita.
Il vento nel kitesurf in mare si esce con degli obbiettivi ben precisi perché il divertimento ha bisogno di crescita.

Avere le idee chiare su cosa voglio fare è già un grande punto di partenza.

Se il vento è leggero 11/12 nodi avrò bisogno di un aquilone dalle dimensioni un po’ più grandi ad esempio un 12 metri quadri e optare per una tavola dalle dimensioni maggiori (142/144 x 45/46)

È ovvio che i più ti diranno di montare kite più grossi ma ti assicuriamo che è uno degli aspetti più sbagliati di questo sport.

Ricordati che un kite si guida con raffinata e precisa tecnica e non si usa come se fosse un modo come un altro per farsi trainare dal vento. (ma anche qui un libro non basterebbe per descrivervi questo fondamentale aspetto tecnico.)

E se il vento è forte? 20/30 nodi?

Se decidi di fare delle grandi boline devi scegliere kite più piccoli che non generino eccessiva potenza (leggermente sotto involato)

Se invece la tua intenzione è quella di fare grandi salti dovrai uscire con una vela leggermente sopra invelata.

In tutto questo c’è un comune denominatore la tua reale capacità tecnica basata sulla consapevolezza di quello che stai facendo.

Il vento nel kitesurf che tipo di aquiloni hai?

Il vento nel kitesurf la scelta giusta del tuo aquilone
Il vento nel kitesurf la scelta giusta del tuo aquilone

Se possiedi dei delta kite o dei bow kite devi sapere che il range di vento su cui puoi lavorare tende a partire da più basso.

Per capirci se ci sono ad esempio 11/12 nodi con questi tipi di aquiloni puoi navigare anche senza scegliere misure stile tendoni da circo. (come già detto ti consigliamo di non superare i 12/13 metri quadri)

Se il vento è più forte ad esempio 20/25 nodi un sette è già più che sufficiente.

Se invece possiedi dei C-kite il range di vento si alzerà inevitabilmente.

Ad esempio: se con un delta o bow con 20/25 nodi posso pensare di usare una sette metri quadri con un C-kite la misura dovrà essere di 8/9 metri quadri.

Il vento nel kitesurf che misure possiedo?

Il vento nel kitesurf dalla giusta scelta del kite dipenderà il tuo divertimento e crescita
Il vento nel kitesurf dalla giusta scelta del kite dipenderà il tuo divertimento e crescita

Non sbaglierai mai se la scelta della tua vela cade su di una misura leggermente più piccola di quelle che vedi in mare.

E se in mare non c’è nessuno?

Prima di tutto per la tua sicurezza uscire da soli non è mai una scelta saggia, ma se proprio non puoi farne a meno non fare bordi lunghi che ti allontanino troppo dalla costa.

Detto questo se hai due vele scegli la più piccola se ne hai tre quella di mezzo.

Non dimenticarti mai che trovarti seriamente in difficoltà è un attimo mentre montare un’altra vela sei sempre in tempo.

Il vento nel kitesurf quanto può essere incostante?

L’incostanza del vento è un fattore molto importante per la scelta della tua vela.

Il vento nel kitesurf e il suo giusto aquilone
Il vento nel kitesurf e il suo giusto aquilone

Velocità, stabilità e direzione dei venti sono aspetti determinanti per capire come potrà essere la tua uscita in kite.

Ad esempio se ci sono 13/14 nodi con buchi di vento importanti l’uscita potrebbe rivelarsi decisamente impegnativa se non sei un capace ed esperto kiter.

Le cose si complicano notevolmente se questa instabilità è evidenziata con vento più forte.

La vela giusta da scegliere in queste difficili condizioni è la misura più adatta all’intensità media del vento.

Per chiarire meglio: 15 nodi di vento base, raffica a 25 nodi. La media è 20 nodi quindi la vela da scegliere dovrà essere un 9/10 metri quadri.

Comunque per superare i buchi di vento sicuramente un bow kite è molto più adatto nei confronti di molti altri tipi di aquiloni.

Ti diamo un grosso consiglio in merito: quando durante la navigazione ti trovi ad affrontare un calo di vento di alcuni secondi non commettere l’errore di aumentare l’incidenza del bordo sopra vento della tua tavola e nemmeno di andare troppo al lasco perché in un caso ti pianteresti, nell’altro oltre a perdere acqua ti fermeresti ugualmente.

Quello che dovresti fare è di raddrizzare la tavola e metterla un pochino più piatta sull’acqua in direzione del traverso, in modo da farla scorrere senza farle perdere troppa velocità acquisita in precedenza.

Ultima cosa da dire è che un kite può stallare nei buchi di vento per questi fattori:

Eccessiva grandezza del kite, cattiva gestione del trim e del suo movimento, poca se non nessuna conoscenza dinamica della finestra di volo, pessima gestione della tavola scarsa cultura sul disegno/forma del tuo kite e dalle sue peculiari caratteristiche e specifiche di volo.

Per oggi ci fermiamo ti diamo appuntamento alla prossima settimana sempre e solo su artofkitesurf.com con la seconda parte. “Il vento nel kitesurf e la scelta della giusta vela”.

Nel frattempo come ti diciamo sempre rifletti bene su ciò che leggi ne va della tua sicurezza e del tuo divertimento. (Lettura seconda parte)

Se vuoi saperne di più approfondendo questo o altro argomento siamo a tua completa disposizione. Ti basterà compilare il modulo qui sotto con i tuoi dati. Puoi iscriverti alla “NEWSLETTER” per poter ricevere ottimi spunti di riflessione e scaricare i preziosi ibook contenenti tutorial tecnici molto dettagliati per aiutarti a raggiungere i tuoi obbiettivi, oppure richiedere info sui corsi Personal, Schoolmaster RICONOSCIUTI DAL CONI RISPETTANDO GLI STANDARD NAZIONALI ALTA QUALITÀ (SNAQ 1) o le nostre sempre più richieste Call Coaching, tutto garantito dall’ENTE DI PROMOZIONE SPORTIVA RICONOSCIUTA DAL CONI LIBERTAS E ARTOFKITESURF.COM con una vera assicurazione di crescita a te dedicata. Verrai sicuramente contattato entro poche ore.

Torna su