BLOG

Il chop nel kitesurf tecnica e metodi per dominarlo

Il chop nel kitesurf metodi e tecnica

Il chop nel kitesurf quel fastidioso movimento irregolare del mare.

Il chop nel kitesurf diminuire la velocità, prima regola
Il chop nel kitesurf diminuire la velocità, prima regola

Il chop nel kitesurf è una condizione del mare alle volte di difficile interpretazione mettendoci in difficoltà più di quanto si possa immaginare. Che tu sia un principiante o un kiter già avanzato il chop rimane sempre un problema più o meno fastidioso. Ma cos’è prima di tutto il chop? Penso che tu sappia esattamente di cosa sto parlando e comunque altro non è che l’effetto del vento, correnti ecc..sulla superficie del mare. Questo causa quell’increspatura tanto odiata dai kiter e non solo.

Detto questo ti posso alcuni importanti consigli di cui non devi mai sottovalutare per poter gestire il Chop nel kitesurf.

Una buona e giusta tavola.

Controllo della velocità.

Gestione dinamica del twintip con il giusto profilo e inclinazione del suo bordo sopra vento.

Usare molto il trapezio e alleggerire la pressione delle gambe sulla tavola.

Ma tutto questo ha sempre la stessa regola. Qualsiasi livello tu sia o qualsiasi cosa tu voglia fare in questo meraviglioso sport il punto focale è..

 Avere un ottimo controllo del tuo aquilone gestendo velocità e postura del tuo corpo utilizzando la giusta tecnica.

Il chop nel kitesurf i tuoi insuccessi nelle partenze.

Il chop nel kitesurf la partenza un momento delicato per tutti
Il chop nel kitesurf la partenza un momento delicato per tutti

Quante volte ti sei trovato in difficoltà nelle tue partenze con questo tipo di mare? Ora dimmi onestamente se quello che stai andando a leggere non è esattamente ciò che ti succede specialmente se sei all’inizio di questo sport.

Sei seduto in acqua, con la tua tavola ai piedi e l’aquilone alle ore 12.00 pronto a farlo cadere dentro alla finestra per produrre quella giusta trazione che ti permetterà di partire. Prima di riuscire a muovere l’aquilone ti rendi conto che la corrente comincia a muoverti ed inclinarti da un lato facendoti perdere l’equilibrio, con i piedi che tendono ad uscire dalle straps.

Il chop sbattendoti in faccia ti rende il tutto ancor più complicato e precario, e nel tentativo di riguadagnare un equilibrio inizi a muovere una mano in acqua staccandola dalla barra. Facendo questo logicamente appoggiandoti sull’altra il kite tenderà a spostarsi dalle dodici impedendoti di partire, con la conseguenza spesso di far cadere il kite. Ma non finisce qui, ti accorgi purtroppo di aver perso acqua e quindi tuo malgrado sarai costretto a risalire a piedi per poterti riportare nuovamente sopra vento per riprovare.

Questo penso che sia il solito film che ogni principiante o giù di li, è costretto a vivere ogni volta quindi?…

Prima di darti una logica soluzione a questo problema, ti do due consigli. Se puoi scegliti una scuola che non lavori in queste condizioni perché tutto sarà sicuramente più complicato, secondo se il kite in fase di partenza ti cade spesso ricordati che la colpa non è tua ma di una formazione sbagliata.

Non è ne corretto ne onesto dire che imparare nelle difficolta ti potrà aiutare dopo, perché l’approccio a qualsiasi sport va fatto nelle migliori e sicure condizioni possibili. Prova andare ad imparare a sciare in una pista piena di buche e dossi…..Dedicati e concentrati sull’apprendimento e acquisizione della tecnica , perché quella è, e sarà sempre l’unica strada per fare la differenza.

Il chop nel kitesurf la soluzione?

Il chop nel kitesurf le condizioni difficili, non aiutano a capire
Il chop nel kitesurf le condizioni difficili, non aiutano a capire

Prima di tutto non metterti la tavola con le spalle rivolte alle onde o chop perché il mare e la corrente tenderà a portela via. Secondo, il kite non tenerlo fermo alle dodici, ma leggermente spostato dallo zenith dal lato dove vuoi partire. Crea un po’ di pressione sull’aquilone con il corretto movimento della barra così potrai stare un po’ più sollevato sul pelo dell’acqua.

Questo ti aiuterà a galleggiare facendoti sentire più stabile e meno in balia del mare. Spostati con la tavola e le spalle leggermente contro il chop, cosi vedrai che questo tipo di condizione invece di essere un problema diventerà un tuo vantaggio. Quelle piccole e noiose onde che prima erano un problema ora ti aiuteranno a tenere la tavola attaccata ai piedi ed avere una maggiore pressione sulle gambe indispensabile per una buona partenza. Se a tutto questo unisci una centralità di posizionamento sul twintip tutto si trasformerà in una piacevole esperienza.

Ti chiarisco un concetto fondamentale su come affrontare il chop nel kitesurf una volta che ti trovi in navigazione. Se sei alla guida della tua auto su di un asfalto sconnesso con molte buche come ti comporteresti per non sobbalzare troppo ed avere un migliore e sicuro controllo del mezzo? Sicuramente diminuiresti la velocità per assecondare meglio le asperità del terreno. Bene…in un mare con molto chop la soluzione è la stessa, devi moderare la tua velocità controllando postura, gestione aquilone e pressione al trapezio.

Il Chop nel kitesurf controllo della vela indispensabile requisito
Il Chop nel kitesurf controllo della vela indispensabile requisito

Non devi andare ad affrontare il chop nel kitesurf troppo frontalmente. Posizionati pressoché centrale sulla tavola e gestisci la sua giusta inclinazione sul bordo sopravvento, questo ti darà una maggiore stabilità e precisione di navigazione. Non tenere assolutamente la gamba anteriore tesa perché questo oltre a renderti difficile il controllo andresti a sollecitare troppo ginocchia fianchi e schiena con il rischio di accusare fastidiosi dolori post uscita. Sarò sicuramente noioso e ripetitivo ma tutto questo ha una costante fondamentale, indispensabile determinante per qualsiasi cosa vorrai fare in questo sport e si chiama “CONTROLLO E GESTIONE DELL’ AQUILONE”

Ricordati sempre che qualsiasi tuo problema, principianti o avanzato, la colpa è sempre sempre data da un cattivo controllo del kite e da una postura sbagliata.

Il chop nel kitesurf la scelta della tavola.

Essere in grado di scegliersi la giusta tavola è molto importante. Se ti rendi conto che dopo le tue uscite accusi alcuni dolori alle ginocchia, caviglie, schiena ecc…una delle possibili cause potrebbe essere proprio la scelta di una tavola sbagliata.

Caratteristiche principali.

Il chop nel kitesurf tecnica e metodi scelta della tavola
Il chop nel kitesurf tecnica e metodi scelta della tavola

Innanzi tutto guardiamo i bordi della tavola, perché i profili squadrati non sono ideali per questo tipo di mare. Questo aspetto fa si che la tua tavola invece di scivolare tra un chop e l’altro tenderà a catturare ogni asperità trasmettendo tutti gli urti alle tue articolazioni. Quindi bordi e profili sono preferibili se arrotondati per poter far scivolare meglio la tavola.

Si sente dire che una tavola più morbida aiuta in queste difficili condizioni, ed è assolutamente vero, ma come sempre l’indicazione è molto generica perché bisognerebbe saper dove la tavola deve aver maggiore flessibilità. Per poteri aiutare ti consiglio di scegliere tavole con particolare reattività e flessibilità nelle due estremità (tip) cioè negli ultimi 10/15 centimetri, perché è proprio li che il chop nel kitesurf impatta durante la tua navigazione.

Ultimo aspetto è il rocker (per capirci la curvatura). Una tavola con un rocker centrale accentuato tenderà ad avere i profili più sollevati e di conseguenza una maggiore penetrabilità con una più morbida corsa e scorrevolezza verso il chop, ma anche qui c’è un però…..

Il chop nel kitesurf tecnica e metodi come affrontarlo
Il chop nel kitesurf tecnica e metodi come affrontarlo

Ricordati di quello che ti ho scritto nell’articolo dedicato al surfino perché le regole dinamiche sono le stesse. Una tavola con un rocker deciso avrà bisogno di una maggiore potenza per poter navigare sopra vento. Quindi ci sono due importanti fattori da tenere presente. Se decidi di utilizzare una tavola con più curvatura/rocker con profili arrotondati, la misura dovrebbe essere LEGGERMENTE superiore al normale, oppure devi usare una vela LEGGERMENTE più grande.

Il kitesurf tecnica e metodi sui segreti di rotta e conduzione nel chop.

Il chop nel kitesurf
Il chop nel kitesurf

Quando si va incontro ad un mare molto disordinato bisogna pensare a non esagerare con la gamba posteriore nel dare troppa pressione.

La gamba anteriore non va tenuta tesa.

Aggredire questa particolare situazione non farà altro che trasmetterti troppe sollecitazioni alle tue articolazioni compromettendo l’uscita in mare. Quindi quando ti trovi ad affrontare un chop importante per superarlo devi guardare la condizione intorno a te iniziando a togliere un po’ di pressione sul bordo sopravvento della tavola.

Cerca di diminuire la tensione delle linee navigando leggermente sotto vento per un brevissimo tratto posizionandoti in modo da supera quel chop un po’ più importante e deciso. Ricordati di flettere le gambe e renderle indipendenti e reattive quando fai questo, cosi ammortizzerai quel poco di impatto che dovrai comunque affrontare. Navigare nel chop con un adeguato angolo della tavola rispetto alla direzione del vento ti aiuterà a gestire questo tipo di mare sia in andatura che durante i tuoi trick. Saper sentire il trapezio e le sue pressioni farà la differenza nella gestione del tuo peso e delle gambe sulla tavola

Il kitesurf tecnica e metodi per gestire un salto nel chop

Il chop nel kitesurf tecnica e metodi come gestire il tutto?
Il chop nel kitesurf tecnica e metodi come gestire il tutto?

Il salto e i suoi segreti è già stato sviluppato da Artofkitesurf. Qui ci concentriamo su altri aspetti. Succede spesso che nel momento in cui sei in procinto di staccare dall’acqua ti arriva puntuale quel fastidioso chop che t’impedisce di saldare come vorresti. E allora? Quando non si conosce qualcosa le persone intelligenti ed umili si fanno delle domande, mentre gli altri trovano rifugio in banali scuse dando la colpa a tutto e tutti ma mai a se stessi e alla poca conoscenza.

Devi imparare a guardare ed interpretare con attenzione davanti a te come si muove e si forma Il chop, perché spesso ha una logica. Individua un punto tra un’increspatura e l’altra e trasformala in un tuo alleato. Cosa vuol dire questo?..Vuol dire andare al pop coordinando il giusto movimento dell’ala in quel preciso punto appoggiandoti con la tavola proprio al chop stesso. Per fare tutto questo devi agire con tempismo e precisione.

Come sempre devi saper controllare molto bene il kite e la tua postura, perché non smetterò mai di scrive ed insegnare che se non dedichi del tempo a capire la vera tecnica di questi due fattori non potrai crescere in questo sport nemmeno tra 100 anni. Quindi unisci quello che ti ho scritto sopra sulla gestione del chop a quello che ti ho ricordato ora, e ti garantisco che questo tipo di situazione non sarà più un tuo problema.

Il chop nel kitesurf atterraggio dopo un salto

Il chop nel kitesurf atterrare con metodo e sicurezza
Il chop nel kitesurf atterrare con metodo e sicurezza

L’errore che commetti spesso è quello di atterrare con un angolo eccessivo rispetto al vento. Cioè vuol dire atterrare con la prua della tavola troppo verso la direzione del vento. Questo ti porta ad andare incontro chiaramente ad impatti violenti accentuati ancor più dal chop. Quindi l’atterraggio deve esser fatto con tavola e postura rivolta un po’ più all’asco, curando la centralità del tuo corpo e togliendo il più possibile angolo al vento (vuol dire in parole povere atterrare sotto vento) Se capisci e riesci a fare questo il tutto ti sarà molto più chiaro e credibile. Ti ricordo che esercitarsi senza una guida o dei concetti chiari non ti porterà da nessuna parte.

Prima di chiudere ti do ancora un importante regola, che poi è una legge dello sport e di vita. Se non capisci l’importanza di dover imparare tramite una adeguata formazione tutte le dinamiche di questo sport ti assicuro che rimarrai sempre li dove ti trovi in questo momento. Cura sempre la tua consapevolezza in mare,  perché il primo vero tuo alleato è proprio la conoscenza ed uso di tutte le tue reali certezze e sicurezze del caso. Il chop nel kitesurf è sicuramente fastidioso ma spesso se sai interpretarlo e gestirlo può trasformarsi in un tuo importante alleato.

Leggi anche: “La tecnica del kitesurf”

Se vuoi saperne di più approfondendo questo o altro argomento siamo a tua completa disposizione. Ti basterà compilare il modulo qui sotto con i tuoi dati. Puoi iscriverti alla “NEWSLETTER” per poter ricevere ottimi spunti di riflessione e scaricare i preziosi ibook contenenti tutorial tecnici molto dettagliati per aiutarti a raggiungere i tuoi obbiettivi, oppure richiedere info sui corsi Personal, Schoolmaster RICONOSCIUTI DAL CONI RISPETTANDO GLI STANDARD NAZIONALI ALTA QUALITÀ (SNAQ 1) o le nostre sempre più richieste Call Coaching, tutto garantito dall’ENTE DI PROMOZIONE SPORTIVA RICONOSCIUTA DAL CONI LIBERTAS E ARTOFKITESURF.COM con una vera assicurazione di crescita a te dedicata. Verrai sicuramente contattato entro poche ore.

Il chop nel kitesurfquando avrai consapevolezza,, tutto lavorerà a tuo favore.
Il chop nel kitesurf quando avrai consapevolezza,, tutto lavorerà a tuo favore.

Se vuoi saperne di più approfondendo questo o altro argomento siamo a tua completa disposizione. Ti basterà compilare il modulo qui sotto con i tuoi dati. Puoi iscriverti alla “NEWSLETTER” per poter ricevere ottimi spunti di riflessione e scaricare i preziosi ibook contenenti tutorial tecnici molto dettagliati per aiutarti a raggiungere i tuoi obbiettivi, oppure richiedere info sui corsi Personal, Schoolmaster RICONOSCIUTI DAL CONI RISPETTANDO GLI STANDARD NAZIONALI ALTA QUALITÀ (SNAQ 1) o le nostre sempre più richieste Call Coaching, tutto garantito dall’ENTE DI PROMOZIONE SPORTIVA RICONOSCIUTA DAL CONI LIBERTAS E ARTOFKITESURF.COM con una vera assicurazione di crescita a te dedicata. Verrai sicuramente contattato entro poche ore.

Scroll to Top