BLOG

Hydrofoil nel kitesurf come iniziare in sicurezza – seconda parte

Hydrofoil nel kitesurf

Hydrofoil nel kitesurf la partenza

Hydrofoil nel kitesurf

Hydrofoil nel kitesurf, affrontiamo la seconda parte di questa affascinante disciplina. (Lettura prima parte)

Quando ti troverai in piedi sulla tavola concentrati su questi aspetti. Posizione del corpo centrale gambe leggermente flesse, piede posteriore in linea con il piantone e fianchi girati nella direzione di un leggero traverso e soprattutto…..

NON CREARE TROPPA PRESSIONE CON LA CAMBA POSTERIORE.

Hydrofoil nel kitesurf primi bordi, in sicurezza di un allievo.
Hydrofoil nel kitesurf primi bordi, in sicurezza di un allievo.

Mentre sposti il peso in avanti ti può aiutare molto togliere la mano anteriore dalla barra per aiutarti ad avanzare con il tuo peso e curare meglio la tua posizione. Ricordati che il tuo primo obbiettivo nel voler imparare l’hydrofoil nel kitesurf in questa fase è….

navigare senza far alzare la tavola dall’acqua.

Finché non trovi un buon assetto e un buon controllo tavola, non puoi pensare di farla alzare sulla pinna questo è molto molto importante. Se vuoi fermarti basterà portare lentamente il kite alle dodici e scendere con il bacino verso l’acqua. Poi per ripartire devi solo girare con le mani la tavola dall’altro bordo. (se hai curato bene tutta la parte pratico didattica iniziale non avrai nessun problema nel fare questa semplice operazione) In questa iniziale fase conoscitiva non portate mai la prua della tavola troppo verso il vento cercando una bolina stretta. Non sporgerti troppo fuori dalla tavola perché l’unico risultato che otterresti è quello di far uscire il piantone dall’acqua cadendo di schiena.

Questa andatura ha bisogno di una maggiore conoscenza ed esperienza anche perché si possono raggiungere in pochi secondi velocità importanti. “Devi prima capire” senza rischiare inutili e pericolosi pericoli. Se hai difficolta a tenere la prua della tavola attaccata all’acqua probabilmente è necessario spostare il piede posteriore leggermente in avanti e di conseguenza anche l’anteriore. Cura postura e posizione del tuo corpo. Altra soluzione potrebbe essere quella di arretrare il piantone dell’hydro leggermente indietro. Attenzione a non esagerare con questa modifica è un errore tecnico molto frequente in questa iniziale fase di apprendimento. Le modifiche tecniche nello sport e di conseguenza in tutto il kitesurf si fanno solo se si conosce esattamente ciò che si sta facendo.

Hydrofoil nel kitesurf cose molto importanti da sapere.

Mentre inizi a praticare l’hydrofoil nel kitesurf ti ricordo nuovamente di non spostare il peso del tuo corpo troppo a poppa della tavola. Non sei su di un twintip, perché causeresti una brusca e pericolosa impennata della tavola e comunque anche con un twintip è assolutamente sbaglIato caricare troppo il posteriore. Non appoggiarti eccessivamente sul bordo interno della tavola con i talloni, rischieresti anche in questo caso di perdere il controllo dell’hydrofoil, perdendo la corretta linea del tuo corpo con il piantone.

Risultato, possibili cadute non proprio controllate e sicure. Per variare la tua andatura dal traverso al lasco e viceversa devi agire con dei leggeri movimenti del bacino e delle spalle nella direzione in cui intendi andare. Questi leggeri impulsi del tuo corpo daranno modo alla prua della tavola di spostarsi nella direzione voluta. Non dimenticarti della vela perché quando laschi non devi avere eccessivo tiro al trapezio e quando stringi devi moderare la tua pressione sulla tavola.

A questo punto devi iniziare a fare degli esercizi dinamici per poter capire come riuscire a navigare con la tavola sollevata dall’acqua

I primi voli con l’hydrofoil nel kitesurf.

Hydrofoil nel kitesurf
Misura i tuoi impulsi, e controlla il peso del tuo corpo mentre pratichi l’hydrofoil nel kitesurf.

Con dei misurati movimenti del corpo, sposta in maniera molto graduale il tuo peso posteriormente.(poppa della tavola) e ti accorgerai che la stessa inizierà a fare dei piccoli voli. Comincerà a staccarsi dall’acqua per poi ricadere in avanti. La cosa importante da sapere è che devi essere molto delicato nel spostare il peso da posteriore ad anteriore per stabilizzare la tua navigazione ed iniziare a foilare. Se agirai con troppa pressione sul posteriore, l’hydrofoil salterà fuori dall’acqua in maniera troppo repentina facendoti cadere all’indietro.

Se invece sposterai il tuo peso troppo violentemente sul piede anteriore la prua della tavola cadrà in acqua e impuntandosi ti catapulterà in avanti. Devi applicarti cercando di controllare questi primi micro voli esercitando una equilibrata pressione del piede posteriore e anteriore. Vedrai che con il tempo (poco) riuscirai a far decollare la tavola dall’acqua e a stabilizzarla nella giusta posizione per iniziare a goderti la meravigliosa sensazione di volare sulla superficie del mare.

Punti da ricordare in questa specialità dell’hydrofoil nel kitesurf.

Hydrofoil nel kitesurf
Hydrofoil nel kitesurf

Nel momento in cui inizierai a foilare la tua andatura di navigazione subirà una notevole accelerazione causata dalla diminuzione dell’attrito della tavola sull’acqua. È DI FONDAMENTALE IMPORTANZA in questa fase di apprendimento non abbassare troppo il kite. Come ti ho già detto fin dai primissimi approcci, non devi commettere questo fatale errore perché non faresti altro che aumentare troppo la pressione sull’aquilone, e di conseguenza la tua andatura, rischiando di cadere in maniera violenta e pericolosa. Il kite alto ti garantirà una velocità controllata dandoti modo di lavorare sul comportamento della tavola con una maggiore concentrazione anche sulla migliore posizione del corpo mentre pratichi l’hydrofoil nel kitesurf.

Hydrofoil nel kitesurfkite alto, peso equilibrato, mano anteriore staccata per una maggiore libertà di movimento.
Hydrofoil nel kitesurf kite alto, peso equilibrato, mano anteriore staccata per una maggiore libertà di movimento.

Quando si inizia questa specialità c’è da imparare anche modi diversi e più sicuri di cadere in acqua. Devi cercare di sviluppare anche questa abilità per evitare urti pericolosi con la pinna del hydrofoil. Nella fase di apprendimento può succedere in navigazione di perdere spesso il controllo dell’hydrofoil e sapere come cadere può ridurre di molto un eventuale infortunio.

Hydrofoil nel kitesurf ma come fare?

Sappi che ci sono diversi metodi e tecniche di sicurezza da sviluppare in spiaggia e in acqua, che in questo articolo non è possibile spiegarti. Tieni sempre presente che la tavola (hydrofoil) tendenzialmente quando si cade continua a navigare per qualche metro per effetto della sua particolare pinna. In caso perdessi il controllo della tavola, non buttarti indietro sul bordo sopravvento continuando a tenere i piedi nelle straps, è un pericoloso errore che porterebbe la tavola ad una brusca orzata.

Hydrofoil nel kitesurf
Questo errore è assolutamente da evitare.

Questa situazione potrebbe innescare una catapulta del piantone rischiando di essere colpito dalla pinna stessa dell’hydrofoil.

Hydrofoil nel kitesurf kite, piantoni e pinna quali dimensioni e misure?

Hydrofoil nel kitesurf
Hydrofoil nel kitesurf

Non esagerare mai con la misura del kite, ti potresti trovare in seria difficolta per varie ragioni nel praticare l’hydrofoil nel kitesurf. Oltretutto un kite grosso, è più complicato nella gestione di uno più piccolo. Il kite ti deve servire per uscire dall’acqua e accompagnarti senza tirati troppo durante la tua navigazione. Parlando di piantoni e quindi di ali/pinne dell’hydrofoil c’è da dire ancora due cose molto importanti.

Hydrofoil nel kitesurf
Hydrofoil nel kitesurf misure e proporzioni dei piantoni e pinne.

I piantoni piu corti, diciamo di 60 cm ti aiuteranno solo nei primissimi momenti di apprendimento fino ai primi tentativi di sollevamento della tavola. In seguito la cosa migliore per poter progredire meglio è quello di passare con gradualità ad un piantone intermedio ad esempio un 75 cm. Non avere fretta di voler passare ad un piantone da 90/100 cm perché ti complicheresti la vita rischiando inutilmente di farti male pregiudicandoti una giusta e buona crescita. Altra menzione importante è la grandezza della pinna dell’hydrofoil nel kitesurf Le pinne più piccole sono sicuramente più agili, ma hanno bisogno di una maggiore velocità diventando più reattive e complicate nella loro gestione.

Hydrofoil nel kitesurf la formula uno dei mari.
Hydrofoil nel kitesurf, la formula uno dei mari.

Quelle un po’ più grandi sono meno agili ma ti sorreggeranno un po’ di più alle basse velocità aumentando notevolmente la tua sicurezza e diminuendo il tuo tempo di apprendimento. Per darti un’indicazione di massima un rider di circa 80/85 kg dovrebbe usare una pinna frontale  di circa 850/950 centimetri quadrati. Diciamo che una tabella discretamente attendibile dovrebbe essere circa 100 cm quadrati per 10kg di peso del rider. Ultimo accorgimento, la straps anteriore che hai sulla tavola tienila molto molto larga, per evitare in caso di caduta di rimanere con il piede bloccato. Speriamo di essere stati chiari e di avere dissipato qualche tuo dubbio e risposto a qualche tua domande su questa spettacolare disciplina. Come dico da anni se vuoi imparare uno sport e poterti divertire in sicurezza, devi aver pazienza e dedicare molto tempo alla tecnica. (prima inizi meno tempo butti via)

Hydrofoil nel kitesurf Anche questo è l'hydrofoil nel kitesurf, e aspetta solo te cosa aspetti a crescere?
Anche questo è l’hydrofoil nel kitesurf, e aspetta solo te cosa aspetti a crescere?

Se dopo alcuni anni di pratica sei sempre fermo pressapoco allo stesso punto, forse qualche domanda dovresti fartela e decidere di cambiare qualcosa, perché la crescita è alla portata di tutti ed è un tuo sacrosanto diritto. (Lettura prima parte)

RIFLETTI E BUON VENTO.

Se vuoi saperne di più approfondendo questo o altro argomento siamo a tua completa disposizione. Ti basterà compilare il modulo qui sotto con i tuoi dati. Puoi iscriverti alla “NEWSLETTER” per poter ricevere ottimi spunti di riflessione e scaricare i preziosi ibook contenenti tutorial tecnici molto dettagliati per aiutarti a raggiungere i tuoi obbiettivi, oppure richiedere info sui corsi Personal, Schoolmaster RICONOSCIUTI DAL CONI RISPETTANDO GLI STANDARD NAZIONALI ALTA QUALITÀ (SNAQ 1) o le nostre sempre più richieste Call Coaching, tutto garantito dall’ENTE DI PROMOZIONE SPORTIVA RICONOSCIUTA DAL CONI LIBERTAS E ARTOFKITESURF.COM con una vera assicurazione di crescita a te dedicata. Verrai sicuramente contattato entro poche ore.

Torna su