BLOG

Il kitesurf e la sua indipendenza o autonomia.

Il kitesurf e la sua vera indipendenza o autonomia

Indipendenza nel kitesurf come si raggiunge

L'indipendenza nel kitesurf ti rende libera
L’indipendenza nel kitesurf ti rende libera

Indipendenza nel kitesurf per molte persone significa avere acquisito un minimo di padronanza nel montare un kite, alzarlo in volo (in un modo o in un altro) e riuscire a navigare. Secondo altri, invece, (molto pochi) l’indipendenza si acquisisce quando si può decidere che cosa fare in mare e come comportarsi senza dover chiedere aiuto a nessuno. Entrambe queste definizioni potrebbero essere corrette da un certo punto di vista, ma possono e devono anche combinarsi con qualcosa che si adatti meglio al vero significato d’indipendenza.

Navigare nel kitesurf (spesso senza consapevolezza) a volte è qualcosa che ha più a che fare con il bisogno di credere di saperlo praticare, che con la volontà di voler veramente capire. L’autonomia o indipendenza inoltre, dovrebbe andare molto al di là della semplice navigazione ma purtroppo in pochi ti spiegano questo, impedendoti di farti realmente capire il significato di questa importante condizione. Se riesci a montare un kite, alzarlo dalla spiaggia, entrare in acqua, partire, navigare e rilanciarlo complimenti. Ma non è solo questo di cui hai bisogno per essere davvero indipendente.

L’indipendenza nel kitesurf e la sua realtà.

L'indipendenza nel kitesurf va insegnata "Allievo Artofkitesurf durante la sua formazione"
L’indipendenza nel kitesurf va insegnata “Allievo Artofkitesurf durante la sua formazione”

In realtà, l’autonomia è legata soprattutto alla capacità di controllare ogni evento capendo in anticipo il pericolo. Sapere sempre cosa fare, dove si vuole andare e come sapersi comportare. Continuare ad illudersi che tutto andrà bene perché sei in possesso di un’inutile tessera che attesta un livello assolutamente non veritiero, data più per compiacerti che per proteggerti è pericoloso. L’indipendenza nel kitesurf ha sopratutto a che fare con la capacità di risolvere i problemi, di raggiungere le proprie aspirazioni e obiettivi, di svolgere i propri compiti da soli senza aver bisogno dell’aiuto di altri e di saper guardare al di la della propria presunzione con un giusto modo.

Se stai attraversando una fase in cui non riesci a capire se sei realmente indipendente o meno, oppure se in cuor tuo desideri o sogni di riuscire a staccarti un po’ dalle solite cose trite e ritrite da anni, questo è il momento giusto per riflettere sugli aspetti fondamentali che definiscono un kiter autonomo.

L’indipendenza nel kitesurf le buone norme.

L'indipendenza nel kitesurf le buone norme
L’indipendenza nel kitesurf le buone norme

Per trasformarti in una persone adulta con un’autonomia sufficiente che ti garantisca di fare ciò che desideri senza dipendere da nessuno, è buona norma:

  • Prenditi cura di te stesso, sia a livello fisico sia mentale ed emotivo. Se non rispetti te stesso, è impossibile godere di un sport come il kitesurf. Se la tua mente o il tuo corpo non sono in buono stato, aumenterai la probabilità di incorrere in incidenti, di essere spesso in difficoltà e di conseguenza soprattutto, di dipendere sempre da qualcuno.
  • Essere disciplinati e rispettosi. Questo punto è davvero importante, perché l’ordine e il senso logico delle cose sono fondamentali. Ad esempio quando monti un kite su di una spiaggia perché lasci le linee distese se non sei ancora pronto per uscire? Ricordati che se sei capace ad essere rigoroso con te stesso questo ti aiuterà a prendere sempre in mano la situazione. Non devi lasciarti trasportare dalla fretta o da pericolose emozioni. Tira fuori la forza di volontà di dire basta e iniziare finalmente a capire. Ti è necessario per uscire sempre a testa alta da qualsiasi situazione di incertezza e difficolta.
  • Avere fiducia in se stessi. Ecco un altro passo chiave per essere indipendenti. Certo che questo ha molto a che fare con il tuo percorso formativo. Se ti hanno fatto credere di essere ciò che non sei è un problema. La fiducia in se stessi va nutrita con umiltà, con il sapere, con l’evidenza dei fatti, con tutte quelle fasi di crescita consapevoli che valgono in ogni aspetto della vita. Se riesci a capire questo assoluto valore ti sarà più facile continuare a percorrere la strada che ti porterà al raggiungimento dei tuoi sogni e desideri. Sappi che non esiste nessun motivo per rimanere in mare se non quello di una assenza di vento. Un nodo, trenta nodi, acqua piatta o onde se sai, in spiaggia arrivi sempre senza tante inutili alibi o scuse ridicole.
  • Sapersi godere la vita tramite una passione come il kitesurf. Farsi condizionare da false promesse o da situazioni di compromesso, ti impedisce di conoscere la vera bellezza di questo sport e della stessa vita. Le decisioni che prendi molto spesso hanno sempre a che fare con gli altri e non con te stesso o con la voglia di vivere per un proprio obiettivo. Spesso a volte è necessario prestare più attenzione ai propri sentimenti, alle proprie soddisfazioni personali e trovare il coraggio di uscire da un circolo che ti impedisce di trovare “il sale della vita” e goderti i tuoi tanto sperati obiettivi partendo proprio dall’indipendenza nel kitesurf.
  • Cercare di vedere il bicchiere mezzo pieno. In una crescita sportiva come il kitesurf piena di varianti, situazioni e infinita tecnica una caratteristica che tutte le persone indipendenti dovrebbero avere è l’ottimismo e l’attesa, perché non dimenticarti mai che per crescere c’è bisogno di tempo e non di false illusioni. Vedere il bicchiere mezzo pieno nel kitesurf vuol dire essere realisti e riconoscere un percorso formativo valido da uno scadente. Se passano i mesi, gli anni e sei sempre li fermo alle solite cose è difficile credere nel bicchiere mezzo pieno molto difficile.

L’indipendenza nel kitesurf e la sua cruda verità.

L'indipendenza nel kitesurf allievo Artofkitesurf nella sua formazione
L’indipendenza nel kitesurf allievo Artofkitesurf nella sua formazione

Su di un’analisi di oltre 800 kiter che si sono rivolti ad Artofkitesurf nell’ultimo anno (2022). a vario titolo si evidenzia che il concetto di autonomia e indipendenza nel kitesurf si racchiude nello sterile fatto di sapere navigare o saltare bene o male in maniera sufficiente. Nessuno ha associato l’indipendenza nel kitesurf al sapere gestire tutte le sicurezze attive e passive che questo sport mette a disposizione.

Questo è un aspetto veramente sconcertante, la cui colpa è da imputare alla cosi detta formazione professionale tanto sbandierata da più parti. La maggioranza dei kiter è allo scuro dell’esistenza e dell’utilizzo appropriato di tutte le procedure di sicurezza le quali li/ti porterebbero a l’indipendenza nel kitesurf.

Nel kitesurf l’allievo dovrebbe prima di ogni cosa impegnarsi a conquistarla tramite dei corsi seriamente progettati allo scopo. La capacità di pensare, scegliere e decidere deve essere la base dell’indipendenza nel kitesurf. Bisogna essere obiettivi e concreti di fronte alle difficoltà ed essere in grado di riconoscere e definire un obiettivo più adatto alla situazione creatasi usando tutti i mezzi di cui si dispone per raggiungerlo.

Occorre, però, considerare un aspetto che in troppi sotto valutano, specialmente istruttore i quali dovrebbero impegnarsi per trasmettere la vera indipendenza nel kitesurf ai propri allievi prima di pensare di farli navigare. La considerazione che fa Artofkitesurf è questa: quanti danno prova della propria indipendenza? Ripeto essere indipendenti non vuol dire saper fare kitesurf. Considera che non esiste nessun corso formativo di kitesurf per istruttori che attesti la reale indipendenza in svariate situazioni a terra e in mare e questo mi sembra veramente incredibile e molto molto pericoloso.

Si effettuano corsi per istruttori senza accertarsi delle loro reali abilità tecniche e capacità pratiche. È anche questo è sconcertante, vergognoso e privo di alcuna etica.

Se un istruttore è tale e consapevole delle sue reali capacità tecniche e di metodo le potenzialità comunicative del suo lavoro formativo avrebbero un valore assoluto. Se la sua coerenza fosse un esempio iniziando a rispettare lui stesso le regole che vuole trasmettere (pura fantascienza nella formazione a qualsiasi livello) farebbe passare con molta più efficacia questo importante messaggio. L’indipendenza nel kitesurf non deve creare ne conflitti ne contraddizioni inutili che non fanno altro che alimentare insicurezza in questo sport.

L’istruttore dovrebbe essere l’esempio da imitare come modello. Se fosse così gli allievi ti assicuro che sarebbero molto più sicuri, e l’indipendenza nel kitesurf sarebbe molto più sviluppata. Purtroppo questa condizione nel kitesurf non esiste (E TU LO SAI BENE MA PER CONVENIENZA TACI) perché chi dovrebbe dare l’esempio è peggio di chi dovrebbe imparare.

In conclusione

L'indipendenza nel kitesurf
L’indipendenza nel kitesurf

Riassumendo, il mare è fatto di tante piccole gocce le quali insieme formano gli oceani. La stessa cosa accade a te, che sei fatto di tutte quelle piccole cose che vedi, le quali formano la tua consapevolezza positiva o negativa. Devi cercare una maggiore sicurezza.

L’indipendenza nel kitesurf è troppo troppo importante, non perdete tutto il tuo tempo, risorse, energie rincorrendo ciò che non ti fa crescere. Il kitesurf è uno sport molto tecnico in cui c’è bisogno di molta conoscenza. Vivi questo sport in sicurezza e consapevolezza e vedrai che quello che scoprirai non si avvicina minimamente a quello che oggi credi di sapere e vivere.

L’indipendenza nel kitesurf significa anche saper ascoltare con attenzione per poi essere in grado di decidere il da farsi in piena autonomia, perché sei sempre te il capitano della barca chiamata “consapevolezza”.

Ricordati che il primo che deve sostenersi e risolvere qualsiasi problema in questo sport sei proprio te. Cerca quindi d’imparare prima di ogni cosa le tecniche di auto-soccorso più efficaci per ogni situazione perché la tua crescita passa sopra tutto dalla tua totale indipendenza nel kitesurf.

Non per ultimo sappi che per ottenere l’indipendenza nel kitesurf che tanto desideri, è fondamentale credere in ciò che hai imparato in un corso gestito da qualcuno che veramente conosca il valore di questo. Devi migliorare per te stesso e non per sentirti dire “bravo” quando non lo sei. Devi crescere e trovare ciò di cui hai bisogno per realizzarti e sentirti indipendente e libero da un sistema incapace di farlo. Devi sempre partire da un presupposto molto importante nella vita nessuno farà niente per te. Nel kitesurf questo dovrebbe essere il primo verbo da insegnare visto che ti trovi in mezzo al mare. Il primo su cui devi contare sei te,… e devi essere preparato a farlo.

Come disse Jorge Bucay, “L’ESISTENZA NON AMMETTE RAPPRESENTANTI”

Leggi anche: “Indipendenza nel kitesurf quanto è utile ed importante sapere”

Se vuoi saperne di più approfondendo questo o altro argomento siamo a tua completa disposizione. Ti basterà compilare il modulo qui sotto con i tuoi dati. Puoi iscriverti alla “NEWSLETTER” per poter ricevere ottimi spunti di riflessione e scaricare i preziosi ibook contenenti tutorial tecnici molto dettagliati per aiutarti a raggiungere i tuoi obbiettivi, oppure richiedere info sui corsi Personal, Schoolmaster RICONOSCIUTI DAL CONI RISPETTANDO GLI STANDARD NAZIONALI ALTA QUALITÀ (SNAQ 1) o le nostre sempre più richieste Call Coaching, tutto garantito dall’ENTE DI PROMOZIONE SPORTIVA RICONOSCIUTA DAL CONI LIBERTAS E ARTOFKITESURF.COM con una vera assicurazione di crescita a te dedicata. Verrai sicuramente contattato entro poche ore.

Torna su