BLOG

Qual’è il metodo più efficace per un insegnamento tecnico?

Apprendimento ed efficacia in 4 punti kitesurf

I PROGRESSI TECNICI NEL KITESURF APPRENDIMENTO ED EFFICACIA IN 4 PUNTI

I progressi tecnici nel kitesurf sono parte integrante degli obiettivi di un praticante o atleta e spesso è complicato per un istruttore o allenatore trovare il metodo di apprendimento più adatto. Come si fa a trasmettere ciò che si vuole raggiungere? Qual’è l’effetto desiderato e quando quest’ultimo dovrebbe manifestarsi?

Quello che ti appresti a leggere sono metodi ben conosciuti nel mondo dell’istruzione sia per amatori che per professionisti dello sport. Artofkitesurf spera come sempre di farti capire quanto poco esiste di professionale e serio nel kitesurf. La responsabilità in Italia come sempre in tutte le cose che ci coinvolgono direttamente o indirettamente è sempre nostra.

Insegnare non vuol dire far fare, vuol dire far capire, ma per far capire bisogna sapere e per sapere ci vuole formazione che nel kitesurf ti assicuro “MANCA”

I PROGRESSI TECNICI NEL KITESURF LA FORMAZIONE

I progressi tecnici nel kitesurf passano solo da un'efficacia formazione. Allievo personal artofkitesurf
I progressi tecnici nel kitesurf passano solo da un’efficacia formazione. Allievo personal Artofkitesurf

I progressi tecnici nel kitesurf sono un argomento sconosciuto in questo sport. Una cosa è assolutamente certa se la formazione non è adeguata e costantemente aggiornata dalla ricerca nel suo lavoro quotidiano non potrai nemmeno pensare a dei possibili progressi tecnici nel kitesurf. Artofkitesurf ha scritto parecchi articoli su tecniche e psicologia d’insegnamento per poter dare a chi è interessato importanti spunti di riflessione sulla reale preparazione di chi insegna o prova ad insegnare il kitesurf.

In questo articolo metto in evidenza vari metodi di apprendimento frequentemente utilizzati nel mondo dello sport ma totalmente sconosciuti nel kitesurf. In base alle caratteristiche di tali modi, si è in grado di fare sempre la scelta giusta per sostenere guidare ed insegnare ai propri allievi, sostenendoli al meglio nel loro percorso di formazione che li porterà a fornire ottimi risultati.

Certo che se sei un istruttore questi metodi dovresti già conoscerli visto che si dice che c’è un’alta e severa preparazione con cui vieni formato. Comunque nel caso te ne fossi dimenticato sappi che è fondamentare saperli adattare ai tuoi allievi a secondo delle loro difficoltà. Naturalmente è risaputo nel mondo dello sport che ciò che funziona bene con un allievo può richiedere più tempo e metodi diversi con un altro. Sarà la tua esperienza, la continua formazione, preparazione e conoscenza che ti permetterà di fornire sempre istruzioni e soluzioni appropriate e risolutive.

I PROGRESSI TECNICI NEL KITESURF METODO TRADIZIONALE 

I progressi tecnici nel kiitesurf hanno bisogno di un metodo adattivo. Allievo personal Artofkitesurf
I progressi tecnici nel kiitesurf hanno bisogno di un metodo adattivo. Allievo personal Artofkitesurf

Beh la formazione tecnica di base e più tradizionale nello sport e adottata da artofkitesurf nei suoi corsi di formazione è il primo metodo cui si pensa quando si parla di formazione tecnica. Gli esercizi che si devono costruire devono essere fatti in serie ovvero dal più facile al più complesso. Ovviamente con la conoscenza sull’uso dell’ideomotorietà e delle lunghe ripetizioni. Questi esercizi sono assolutamente necessari come del resto in qualsiasi altro metodo. Chi ti offre in poche ore d’imparare consapevolmente qualsiasi sport (anche il kitesurf) ti sta ingannando.

In un’istruzione o formazione i progressi tecnici indicano fin da subito la soluzione del compito motorio richiesto, vale a dire la tecnica ideale fornisce istruzioni e/o spiegazioni, attraverso dimostrazioni, immagini o video. Gli eventuali errori devono esser corretti se la realizzazione del compito si discosta molto dalla tecnica desiderato. Correggere un allievo nel momento e tempo giusto non è affatto semplice perché bisogna saper riconoscere errore ed errore e saper intervenire nel momento più opportuno.

Dopo che un allievo o atleta (è indifferente) ha eseguito l’esercizio l’istruttore deve fornire un feedback verbale ed esplicito con tempestività. In questo modo fa rimanere il tutto al centro del progetto senza alcuna distrazione. Questo metodo infonde sicurezza all’allievo che si sente curato e guidato dal suo Istruttore.

I PROGRESSI TECNICI NEL KITESURF AUTO CONTROLLATI

I progressi tecnici nel kitesurf auto controllati dall'allievo
I progressi tecnici nel kitesurf auto controllati dall’allievo

Questo metodo tecnico detto autocontrollo o autoregolato è caratterizzato dal lasciare una sorta di libertà all’allievo. Quest’ultimo sceglie con quale esercizio iniziare, come poterlo eseguire, quante volte ripeterlo, variarlo e come ricevere i feedback da parte dell’istruttore. Questo aiuta l’allievo o l’atleta a migliorare la sua autonomia, il senso della ragione, la motivazione, il divertimento, l’impegno e la sicurezza.

Ma come funziona?…L’istruttore deve saper proporre degli esercizi, con degli obiettivi e ovviamente le soluzioni per raggiungerli. L’allievo definisce insieme al suo istruttore quale percorso tecnico fare. I feedback come scritto sopra devono essere scelti nei tempi e nei metodi dall’allievo in modo da rafforzare nello stesso il senso di competenza. Ovviamente è utile da parte dell’istruttore saper intervenire specialmente per i feedback positivi quando un esercizio viene eseguito correttamente.

Questo processo di autocontrollo dell’allievo deve essere guidato da una buona dose di maturità e conoscenza da parte dell’istruttore che deve essere capace di presentare il metodo più adatto alle caratteristiche dell’allievo. Se l’istruttore decide di intraprendere questa strada deve essere pronto a risolvere qualsiasi richiesta per quanto diversificate del suo allievo.

I PROCESSI TECNICI NEL KITESURF IN FUNZIONE DEI VINCOLI

I progressi tecnici nel kitesurf hanno bisogno di vincoli auto controllati. Allievo personal Artofkitesurf
I progressi tecnici nel kitesurf hanno bisogno di vincoli auto controllati. Allievo personal Artofkitesurf

I movimenti tecnici risultano dall’interazione tra percezione ed azione e sono influenzati dai tre seguenti vincoli: caratteristiche dell’allievo, ambiente e compito. Questi vincoli nella crescita possono dare dei grandi risultati nel medio e lungo temine. Questi vincoli devono essere studiati e manipolati con prudenza per poter generare nel miglior dei modi l’esecuzione della tecnica prevista. 

Quando parlo di vincoli mi riferisco a questo metodo: l’istruttore deve immaginare una situazione dedicata all’apprendimento di una manovra in cui viene stabilito un vicolo. Questa situazione di apprendimento in cui esiste un vincolo mira a favorire gesti o tecniche motorie appropriate, basate sull’azione e la percezione. 

Esempio: L’allievo sceglie quale gesto tecnico eseguire rispettando il vincolo imposto che potrebbe essere quello di doverlo eseguire per forza prima di un punto prefissato che potrebbe essere ad esempio una boa, oppure vincolare l’allievo a eseguire il gesto tecnico non prima di un certo punto prefissato, oppure ancora ogni tot minuti.

I PROCESSI TECNICI NEL KITESURF TRAMITE LA VISUALIZZAZIONE VIDEO

I progressi tecnici nel kitesurf esistono solo dalla capacità di sapere visualizzare
I progressi tecnici nel kitesurf esistono solo dalla capacità di sapere visualizzare

Attualmente l’uso dei filmati nei processi tecnici nello sport in generale è molto usato specialmente nelle discipline di prestazione. L’accesso a tutte le tecnologie a disposizione e diversità d’uso offrono molte possibilità di lavoro. Ad esempio l’adattamento alle condizioni di lavoro, poter decidere quali tecnologie usare nel contesto in cui ci si trova, definizione e correzione del movimento motorio di un gesto tecnico.

Ora però concentriamoci sulla gestione da parte dell’istruttore il quale chiede all’allievo l’esecuzione di un movimento motorio più o meno complesso con istruzioni specifiche. L’istruttore può anche avvalersi di un video modello della manovra richiesta. In questo caso il clip andrà visionato insieme all’allievo più volte sia al rallentatore che a velocità reale. L’istruttore deve interagire con l’allievo in un confronto costruttivo per fissare i punti chiave dei processi tecnici visualizzati nel video/clip. È chiaro che l’ideale è quello di visionare il tutto direttamente prima dell’esecuzione del movimento.

Sappi che questa tecnica è ampiamente utilizzata nell’insegnamento o allenamento a qualsiasi livello nello sport. Ovviamente ci vuole molta conoscenza nel sapere gestire feedback video tecnici di crescita. I vantaggi plausibili sono i cambiamenti di prospettiva tra la percezione interna ed esterna degli eventi in un allievo o atleta. Se questo metodo si utilizza nel modo più esplicito possibile, i progressi sono già visibili a breve termine come Artofkitesurf dimostra da tre anni in ogni suo allievo nessuno escluso. Nel lungo termine lavorando su di un allievo già avviato ad un certo percorso questo metodo porterà a notevoli e visibili benefici.

I progressi tecnici nel kitesurf passano da questi risultati. Stesso allievo della foto precedente alla conclusione di una virata Personal Artofkitesurf
I progressi tecnici nel kitesurf passano da questi risultati. Stesso allievo della foto precedente alla conclusione di una virata Personal Artofkitesurf

CONCLUSIONE

Questo articolo “i progressi tecnici nel kitesurf” ha lo scopo di far conoscere meglio i metodi rivoluzionari che usa Artofkitesurf per i propri allievi dimostrando tramite i risultati la bontà di un metodo ben conosciuto nello sport in generale ma totalmente sconosciuto nel mondo del kitesurf. Il tutto deriva da una precaria incapacità formativa che mira solo a buttare sul mercato istruttori o pseudo allenatori senza conoscenze adeguate. Come ho sempre detto e scritto su questo blog se il livello di chi pratica il kitesurf e molto basico e fermo la colpa è solo di una formazione poco efficace. 

Ogni allievo è diverso e reagisce in modo differente ai tuoi insegnamenti che dovrebbero essere mirati a valutare e fissare compiti motori fondamentali nel kitesurf. Questo compito spetterebbe a te scegliere e/o combinare individualmente i vari metodi più opportuni ed efficaci per far crescere il tuo allievo in modo sicuro consapevole e positivo.

Nella tua formazione da istruttore che hai pagato profumatamente ti hanno insegnato tutti i vari sistemi metodologici dell’insegnamento? Non mi riferisco ad uno schema ben confezionato, ma alla capacità d’insegnare tramite la comunicazione e la consapevolezza di ciò che dici e sopratutto di ciò che sai fare. Il kitesurf “È” uno sport “PERICOLOSO” e merita una formazione seria, complessa e matura. Fino a quando scuole e istruttori si vantano d’insegnare questo sport in 2/3/4 ore verrano formati sempre più kiter insicuri e pericolosi per se e gli altri, oltre a mantenere un livello tecnico quasi inesistente.

Leggi anche: “la formazione sportiva i segreti dei suoi tre valori”

Se vuoi saperne di più approfondendo questo o altro argomento siamo a tua completa disposizione. Ti basterà compilare il modulo qui sotto con i tuoi dati. Puoi iscriverti alla “NEWSLETTER” per poter ricevere ottimi spunti di riflessione e scaricare i preziosi ibook contenenti tutorial tecnici molto dettagliati per aiutarti a raggiungere i tuoi obbiettivi, oppure richiedere info sui corsi Personal, Schoolmaster RICONOSCIUTI DAL CONI RISPETTANDO GLI STANDARD NAZIONALI ALTA QUALITÀ (SNAQ 1) o le nostre sempre più richieste Call Coaching, tutto garantito dall’ENTE DI PROMOZIONE SPORTIVA RICONOSCIUTA DAL CONI LIBERTAS E ARTOFKITESURF.COM con una vera assicurazione di crescita a te dedicata. Verrai sicuramente contattato entro poche ore.

Torna su