BLOG

I loop nel kitesurf segreti e caratteristiche – seconda parte

I loop nel kitesurf e la loro magia

Loop di un Allievo Artofkitesurf dopo un suo schoolmaster.
Loop di un Allievo Artofkitesurf dopo un suo schoolmaster.

I loop nel kitesurf la scorsa settimana abbiamo parlato dei primi aspetti dei loop e di questa splendida ed emozionante manovra. Oggi andiamo a chiudere con la seconda parte, questo interessante argomento tanto ambito dai kiters ma poco insegnato nelle scuole per una mancanza di una efficace e sicura didattica.

POSIZIONE DEL KITE.

Il Kite dalla sua normale posizione di navigazione (ore 10/11) deve iniziare a muoversi verso le dodici con un movimento continuo e controllato. Agendo con decisione sulla barra tenendola in battuta (lato opposto alla direzione) la vela andrà a girare al centro della finestra (zona di potenza massima) generando una rotazione di 360 gradi (loop) più ampia continua e potente. Se invece sposti la vela prima allo zenit e poi in una zona più neutra verso il bordo finestra genererai un loop meno potente. Questo aspetto è molto importante per capire come gestire tecnicamente la potenza di un loop.

ATTENZIONE se si sale molto e inizi a far looppare il kite dalle dodici e oltre rischi un eccessivo rallentamento del loop, e un rischioso stallo dell’aquilone.

ATTREZZATURA:

Deve essere molto efficiente ben curata e affidabile, perché ad esempio una rottura di una linea nel momento di massima potenza in questa manovra può avere conseguenze molto pericolose. Altra cosa da non sottovalutare è il tipo di ala. Diverso kite differenti loop.

GESTIONE DELLA RAFFICA:

I loop nel kitesurf
I loop nel kitesurf

Non esiste una gestione della raffica, esiste solo la tua capacità ad adattarti alle situazioni. Ogni loop nel kitesurf è diverso e ogni uno da sensazioni ed emozioni uniche. Devi essere consapevole nel gestire le diverse situazioni e di conseguenza reagire ad ogni tipo di raffica, specialmente quando questa investe il kite in piena potenza nella sua fase di rotazione.

Punto 1. i loop nel kitesurf usi e varianti

il loop lo puoi utilizzare veramente in molte occasioni durante le tue uscite, perché é l’anima di questo sport. Ad esempio sia i kiteloop che i dawnloop possono essere utilizzati per delle partenze, cambi di direzione, ri partenze, strambate ecc.. Puoi usarli per generare maggiore tiro durante un dawnwind, o per toglierlo da una rischiosa posizione di stallo. Oppure anche per eseguire trick semplici e divertenti come il darkslide, Jesus walk, ecc...

Insomma  come vedi è un gesto tecnico molto importante che qualsiasi kiters che pratica questo sport da alcuni anni dovrebbe assolutamente conoscere ed esserne padrone. Esistono chiaramente piccoli kiteloop di pochi metri fino ad arrivare ai famigerati e tanto sognati megaloop abbondantemente sopra ai 10 metri.

I loop nel kitesurf sapere crescere aumentando il tuo feeling con questo fantastico gesto tecnico.

Per poter imparare qualsiasi cosa bisogna pur iniziare a farla perché per osmosi non si impara nulla. Devi farti seguire da un bravo e serio istruttore che abbia delle competenze riconosciute. (avere una laurea non vuol dire esser un buon medico, e avere un brevetto non vuol dire essere un bravo istruttore). Il compito del tuo istruttore é quello di possedere la capacità di insegnarti ogni tecnica e segreto di questo emozionante straordinario adrenalinico trick assumendosi le proprie responsabilità in tutto quello che ti dice. Prima di tutto bisognerebbe iniziare con venti deboli/moderati 15 nodi e iniziare a capire come dove e quando iniziare un loop e seguire uno specifico programma. Quando pensi alla tavola, devi capire e cercare di andare ad una velocità molto controllata sicura e certa.. Porta il kite allo zenit e tira con decisione con la mano posteriore (kiteloop) togliendo tensione all’altra mano. Sposta un po’ il peso all’indietro (spalle) per prepararti al tiro generato dal rotazione del kite. Facendo questo la sua forza sarà sicuramente molto moderata. In queste condizioni di vento con un’ala leggermente sotto invelata le linee non avranno molta tensione e il loop sarà assolutamente gestibile. Tutto questo in gergo sportivo si chiama “COSTRUIRE UNA BUONA MEMORIA MUSCOLARE” il tuo corpo, la tua mente i tuoi mescoli devono riconoscere e di conseguenza reagire nella maniera più giusta e tempestiva possibile a questo tipo di trick. (qualche scuola te ne ha mai parato?)

I loop nel kitesurf
I loop nel kitesurf controllo del corpo.

COSA MOLTO MOLTO IMPORTANTE DOPO AVER COMPLETATO IL LOOP DEVi AIUTARE LA VELA A RISALIRE VERSO LO ZENITH IL PIÙ VELOCEMENTE POSSIBILE E PER FARE QUESTO HAI BISOGNO DI SPINGERE LA BARRA TUTTA VERSO L’ALTO A SCARICARE L’AQUILONE.

Una volta che cominci a trovare gli automatismi giusti e a capire consapevolmente quello che stai facendo puoi pensare di iniziare a usare questa tecnica in molteplici occasioni. Stai però molto attento perché é proprio in questa fase che ti puoi far male. Se non avrai avuto la giusta didattica ti potrà succedere di credere di sapere e questo è molto pericoloso. Memorizza tutti i passaggi senza saltarne nemmeno uno ed esercitati sempre con vento moderato.

Se il vento è troppo forte (oltre i 25 nodi) dedicati a qualche cosa d’altro perché un loop sbagliato in queste condizioni può diventare un’esperienza assolutamente da evitare. Nella fase di apprendimento è molto importante sviluppare ed imparare a gestire anche la parte degli impatti duri contro l’acqua che inevitabilmente non potrai evitare. Il tuo corpo deve avere il tempo di sviluppare anche questa importante abilità, come non farsi male durante i loop nel kitesurf.

I loop nel kitesurf
I loop nel kitesurf gestire anche le cadute è un aspetto molto importante.

Punto 2. I loop nel kitesurf.

IIL TUO STYLE IL TUO CORPO.

In pochi hanno l’umiltà di guardarsi e capire che spesso lo style rende tutto più credibile. Quindi è venuto il momento di cambiare qualcosa anche in questo meraviglioso trick. Come puoi curare lo style? Piccolo trucco tecnico, nella fase di salita nel momento di un loop il corpo può tendere ad andare indietro e iniziare una involontaria rotazione. Per attenuare questo inconveniente basterà piegare la gamba anteriore flettendola verso di te per controbilanciare l’inerzia del movimento. Se poi andiamo a vedere quali sono le cause di un iper rotazione non basta certo un articolo per potertelo spiegare, perché le cause ti garantisco sono molteplici e i partecipanti ai nostri schoolmaster e personal ne sanno qualcosa.

Inizia da loop più semplici per capire tempi e postura del tuo corpo come ad esempio sul darkslide. Sempre con vento moderato, e con una vela sotto invelata esercitati con un backloop. È un trick semplice molto bello e formativo. Ricordati però che devi controllare la tua rotazione iniziale, per non andare in iper. Più avanti quando sarai più sicuro potrai spingerti fino ad un front loop, trick dalle emozioni forti, e di grande fascino.

Punto 3. I loop nel kitesurf

I loop nel kitesurf
I loop nel kitesurf

Se avrai seguito tutti i giusti passaggi, e sarai stato accompagnato e aiutato da un istruttore responsabile e capace arriverà anche il momento di mettere le ali e goderti il bello di questi esplosivi, emozionati travolgenti loop nel kitesurf. Procurati un kite piccolo (non andare sotto i 7 metri quadri) cercati il vento giusto (oltre i 30 nodi) vai in acqua lontano da riva e senza nessun ostacolo sotto vento, raggiungi la tua massima velocità, condisci tutto con un bel pop e prosegui con un poderoso salto che possa portarti oltre gli 8/10 metri. Ai due terzi della tua salita esegui il tuo loop…..non esistono parole per descriverti la meravigliosa sensazione di quello che si prova in quei pochi secondi, e non riuscirò mai a capire perché “te” dopo anni che pratichi questo sport non puoi vivere tutto questo.

Il kitesurf è nato per queste emozioni, non è nato per navigare.

I loop nel kitesurf
I loop nel kitesurf grandi emozioni

Ultimo suggerimento, ma se hai seguito un serio programma lo avrai sicuramente già capito. Durante la discesa verso l’acqua dopo un loop alto e potente ti può succedere di finire oltre l’aquilone con le linee completamente lasche. Per evitare questo pericoloso inconveniente ricordati che devi eseguire un altro kiteloop o dawnloop poco prima che la vela raggiunga lo ZENITH, e prima che tu finisca troppo oltre il kite. Questo ti sarà indispensabile per un atterraggio morbido e controllato. In alcuni casi i kiteloop o i dawnloop potrebbero essere più di uno, tutto dipenderà dalla potenza e dalla altezza del tuo megaloop. Questa è una manovra da seguire in perfette condizioni psico fisiche.

I loop nel kitesurf
I loop nel kitesurf tutti possono farlo, basta seguire un serio programma.

Se ti senti stanco lascia stare, perché rischiare non ha alcun senso. SOLO UN CONSIGLIO UN CASCO E UN GIUBBINO SONO MOLTO IMPORTANTI, MA SE PROPRIO NON VUOI INDOSSARE IL CASCO NON LEVARTI MAI MAI MAI L’IMPACT PERCHÉ LE COSTOLE SONO MOLTO A RICHIO IN QUESTO TRICK. Con questa ultima raccomandazione spero come sempre di esser stato chiaro, e ricordati una cosa molto importante se sei sempre fermo da anni alle stesse banali cose in questo straordinario sport forse è venuto il momento di crescere e vivere a pieno il kitesurf con Artofkitesurf. (Lettura prima parte)

Se vuoi saperne di più approfondendo questo o altro argomento siamo a tua completa disposizione. Ti basterà compilare il modulo qui sotto con i tuoi dati. Puoi iscriverti alla “NEWSLETTER” per poter ricevere ottimi spunti di riflessione e scaricare i preziosi ibook contenenti tutorial tecnici molto dettagliati per aiutarti a raggiungere i tuoi obbiettivi, oppure richiedere info sui corsi Personal, Schoolmaster RICONOSCIUTI DAL CONI RISPETTANDO GLI STANDARD NAZIONALI ALTA QUALITÀ (SNAQ 1) o le nostre sempre più richieste Call Coaching, tutto garantito dall’ENTE DI PROMOZIONE SPORTIVA RICONOSCIUTA DAL CONI LIBERTAS E ARTOFKITESURF.COM con una vera assicurazione di crescita a te dedicata. Verrai sicuramente contattato entro poche ore.

Torna su